Risorse HR | 29/07/2020

Digital Meet Talentia HCM 2020 – Migrazione alla piattaforma Core HR in Creval

Creval Core HR

Carlo Castelli e Michela Rizzi, Selezione Sviluppo e Formazione in Creval, hanno raccontato il progetto di migrazione alla piattaforma Core HR realizzato insieme a Talentia Software.

Creval e l’accelerazione degli ultimi anni

Creval è una banca fondata nel 1908 che conta circa 3600 addetti ed è presente in 11 regioni. Opera attraverso una rete di 360 filiali di cui più della metà in Lombardia e Sicilia. La terza regione in termini di presenza sul territorio è il Lazio. Il servizio di internet banking Creval è stato utilizzato nel 2019 da 300.000 utenti.

Negli ultimi anni la banca ha subito un’accelerazione mai vista nella sua storia precedente, con il passaggio a S.p.A. e il nuovo assetto azionario i cambiamenti sono stati significativi in termini di obiettivi e incidenza.
Far leva sulle risorse che operano all’interno dell’azienda è stato un primo passo fondamentale. Come primo effetto è cambiato il ruolo della funzione HR, la prima linea è stata strutturata per aree e questo ha portato a rifocalizzare il raggiungimento degli obiettivi in termini di qualità, relazioni e processi decisionali. Nel processo di cambiamento è stato importante dotarsi di uno strumento di gestione affidabile.
Creval utilizzava già da anni il sistema Talentia e lo scopo del passaggio a Core HR risiedeva nella possibilità di gestire processi consolidati da anni e informatizzarli per ottenere una reportistica il più efficiente possibile che guardasse a tutta la profondità storica dell’azienda. Con l’integrazione degli applicativi, Talentia ha aiutato Creval a gestire quei processi in cui si raccoglie il dato là dove nasce evitando che venga manipolato più volte ed evitando quindi il rischio di errori.

Il passaggio a Core HR

L’integrazione tra Core HR e il progetto di formazione è stato poi un altro passaggio fondamentale perché Creval ha raccolto e migrato la sedimentazione di più di un decennio di interventi di varia natura.

L’esigenza di passare a Core HR era in primo luogo di natura tecnologica, era utile per fare il salto. Nella suite Core HR sono comprese varie funzioni: gestione moduli anagrafici, eventi amministrativi, reporting, sito online per la raccolta dei CV da parte dei candidati. Il progetto di partenza era radicato perché erano diversi gli ambiti da abbracciare. La complessità nasceva anche dalla presenza di vecchie personalizzazioni in seguito riviste per arrivare a una situazione più stabile attraverso i nuovi tool disponibili in Core HR.
L’integrazione con i sistemi Paghe e presenze e un canale aperto all’interno del DVH aziendale, hanno rappresentato una complessità perché bisognava tenere presenti tutti gli aspetti e ogni decisione presa avrebbe avuto impatto non solo sul dato specifico ma anche sulle procedure ad esso collegate.

Eventi amministrativi

Oggi in Core HR Creval gestisce 30 eventi amministrativi primari e 15-20 eventi secondari ossia ridefinizioni di eventi primari adattati per esigenze specifiche. Gli eventi amministrativi sono in parte disponibili per i dipendenti in modalità self-service e in parte dedicati solo al dipartimento HR. Da gennaio 2019 ad oggi Creval ha processato in Core HR circa 9000 eventi, dei quali 3000 in self-service e i restanti 6000 gestiti dal dipartimento HR.

Per quel che riguarda gli eventi lato self-service è stato possibile ridurre i controlli manuali attraverso strumenti di verifica automatizzati e massivi: il software ha reso possibile aumentare la qualità delle attività e ridurre la percentuale di errore. Ad esempio, nel corso di un anno c’è stata una sola rilavorazione di una richiesta di borsa di studio per figli di dipendenti. L’errore, nella fattispecie, non dipendeva né dal sistema né dal dipendente, ma dal fatto che si trattava di un caso molto particolare che andava gestito manualmente.

Lato dipartimento HR è stato raggiunto lo stesso obiettivo di riduzione delle attività che possono essere automatizzate, limitando così gli errori.

Gestione precisa e processi interconnessi

Per il futuro l’obiettivo in Creval è continuare a collegare le informazioni in modo che siano gestibili in modo univoco, preciso e in momenti specifici. Avere quindi una visione complessiva del singolo pezzo di processo, offrire un’immagine completa quando si termina la pratica amministrativa.

 

Guarda il video

 

);